Ci siamo trasferiti!

Verrai reindirizzato a breve sul nuovo sito, se non vieni trasferito clicca qui:
http://www.seoromeo.it/

martedì 9 febbraio 2010

Quale servizio hosting scegliere?



Oggi tratteremo a mio modo di vedere il punto che i SEO moderni di più trascurano ovvero la scelta di un buon Hosting. Infatti al contrario di quanto si possa pensare anche il web hosting influisce notevolmente sul posizionamento nei motori di ricerca.

Basta fare una piccola riflessione, e non bisogna essere per forza dei tecnici per farlo se il vostro server non ha un uptime del 99,9% esistono buone probabilità che il tuo sito sia irraggiungibile dallo spider dei motori o del editore della directory dove ti sei registrato quando questi visitano il tuo sito. Il che mi sembra logico. Allora quali hosting evitare? E' brutale dirlo, ma "mangi quel che paghi".

Partiamo da una considerazione fondamentale: i servizi hosting gratuiti sono lenti. Inoltre è elevata la possibilità che questi hosting siano colmi di siti e quindi di IP già scartati dai motori per vari ragioni, tra cui spamming o altre attività abusive, non condividete lo stesso ambiente con IP scartati da Googlebot potrebbe essere deleterio.

In poche parole affidatevi ad un servizio professionale. Un servizio hosting professionale è alla base di qualsiasi lavoro di ottimizzazione per i motori di ricerca.

Di seguito le caratteristiche dovrebbe avere il vostro hosting:

Server con 99,9% di uptime garantito. Accertati di questo e monitorizzalo.
Un server che non fa troppi reboot.
Geolocalizzazione del server.
Server web compatibile http 1.1 con supporto per l'attributo "modified since".
Supporto per il redirect 301 o 302, anche per eventuali sottodomini.
Indirizzi IP statico (a non confondere con "IP unico", il quale non ha rilevanza SEO.)
Appartenenza ad una classe IP "pulita", con server di posta non in black-list. Evita l'hosting gratuito o l'hosting presso i carrier telefonici. Spesso i sottodomini di questi sono per definizione non inclusi nei database dei motori. Cerca provider con IP propri e non in affitto, possibilmente LIR e Autonomus System da parte del RIPE.

Server Status: Visibilità dello stato di tutti i server coinvolti nell'erogazione del servizio, possibilmente fornito senza costi aggiuntivi dal hoster stesso. E' inutile che il server web sia attivo se il database server o un'altra risorsa coinvolta è down.
Un server che ti garantisce l'accesso ai tuoi file 24 ore. La possibilità di caricare file quando vuoi, senza limiti di traffico FTP per questi aggiornamenti.

Un server che garantisca l'accesso dei crawler. I crawler e spider creano tanto traffico, perchè visitano tutte le pagine e, se tutto va bene, anche frequentemente. Assicurati che il loro l'accesso non sia bloccato dal tuo provider a scopi di risparmio di banda e risorse del server. Guarda le statistiche del traffico proveniente da questi agenti. E sii in allerta se hai un servizio con traffico illimitato.
Protezione Firewall, IDS e antivirus grauiti, possibilmente garantiti da un SLA (service level agreement).
Assistenza tecnica, disponibile almeno nell'orario di lavoro.

Per leggere l'articolo intero vi consiglio di dare un'occhiata alla fonte originale.

Condividi su Facebook

1 commento:

  1. Vi segnalo questo widget semplicissimo che integra 10.000 radio in qualsiasi sito o blog http://www.findradio.net/findradio-widget

    RispondiElimina